Sopra:

Piaghe da decubito: come trattarle?

person Pubblicato da: Valeria Iavarone list In: News

Le piaghe da decubito sono un problema molto sentito sia negli anziani allettati che per i soggetti disabili. È una situazione molto delicata che va seguita in tutte le sue fasi per poterla trattare al meglio. Chi assiste un soggetto allettato o che passa molte ore seduto sa quanto questa situazione sia pericolosa. Quando la piaga interessa anche gli strati più profondi dei tessuti, guarire e tornare ad una situazione di normalità è difficilissimo. In quest’articolo analizzeremo le cause, i sintomi e ben più importante l’argomento che riguarda i rimedi idonei e il trattamento.

 

Cosa sono le piaghe da decubito e dove si formano

Vengono definite piaghe da decubito o ulcere da decubito delle lesioni cutanee difficili da guarire che possono interessare tutti gli strati della pelle, quali epidermide e derma, ma anche i tessuti più in profondità, compresa la muscolatura e le ossa. Da recenti studi di medicina sono state classificate come le complicazioni più costose e debilitanti per l’organismo, nei soggetti allettati. Colpisce principalmente tre tipologie di persone:

-      I soggetti costretti a letto;

-      I soggetti che utilizzano la sedia a rotelle;

-      I soggetti che non riescono a cambiare posizione in modo autonomo.

Le piaghe da decubito compaiono in modo veloce per poi peggiorare sempre in maniera ripentiva, e talvolta senza mai guarire. Le zone del corpo affette solitamente da questa patologia sono quelle in cui non vi è una sufficiente irrorazione sanguigna ed il tessuto in quel punto muore sotto il peso di tutto il corpo. Le aree più colpite sono tre: coscenatiche talloni

Quando un tessuto non viene correttamente ossigenato con il flusso di sangue e nutrienti prede forza e muore pian piano. Nelle aree interessate vi è una produzione minore di leucociti, i globuli bianchi che combattono le infezioni. Quando il tessuto viene attaccato dai batteri e infettato, non vi è una sufficiente risposta immunitaria per combatterli, causando inevitabilmente la lesione di tutti i tessuti.

 

Le principali cause delle piaghe da decubito

Tre sono le principali cause che possono innescare la catena della piaga da decubito:

1-   Pressione esercitata sul corpo da superfici troppo dure;

2-   Compressione sulla pelle da movimenti involontari, come spasmi muscolari o tic;

3-   Eccessiva umidità o mancanza di circolazione d’aria.

Solitamente è una problematica che interessa gli anziani o i soggetti che soffrono d’incontinenza urinaria o fecale. Le persone con un sistema immunitario indebolito da patologie croniche ne soffrono spesso, come ad esempio in caso di diabete, insufficienza cardiaca o renale.

 

Curare le piaghe da decubito

Curare le piaghe da decubito non è semplice. La terapia richiede molto tempo e in alcuni casi non è possibile ritornare alla situazione di partenza poiché la guarigione non è perfetta. La strada non è semplice, anzi è tutta in salita, ma grazie alle moderne tecnologie e al continuo sviluppo tecnologico è possibile seguire diversi trattamenti in base alla tipologia di piaga

Sono classificate in quattro stadi. Nei primi due rientrano quelle che guariscono in alcune settimane con un trattamento conservativo. Fanno invece parte delle ultime due le piaghe per cui è improbabile una guarigione spontanea e in alcuni casi l’unica soluzione è il trattamento chirurgico. Sarà il medico a classificarle.

 

Terapia conservativa per le piaghe da decubito

Quando si tratta una piaga da decubito è fondamentale evitare ulteriori pressioni sulla zona già colpita cambiando continuamente posizione. È un’operazione difficile nei soggetti immobili, ma solo in questo modo sarà possibile non aggravare la situazione. In alcuni casi gravi lo spostamento deve avvenire ogni 15 minuti, ma in linea generale va bene ogni due ore. 

L’uso di cuscini e materassi idonei che favoriscono la corretta circolazione d’aria e la possibilità di movimento aiutano tantissimo. Esistono diverse tipologie di letto ideate per il trattamento delle piaghe e facilitare il cambio di posizione del paziente, come il modello Reverse, un letto con piano inclinabile motorizzato che consente al paziente allettato di cambiare posizione e favorire la corretta circolazione d’aria in modo semplice. Riducendo l’umidità nell’area affetta dalla lesione, la guarigione sarà più veloce. 

Esistono tutta una serie di medicazioni e bendaggi specifici per le piaghe da decubito, sia per evitare il peggioramento che per favorire la guarigione. Principalmente sono due:

-      Medicazioni colloidali;

-      Alginati.

Le prime contengono un gel che stimola la crescita dei tessuti mantenendo l’area attorno asciutta, così che la ferità non aumenti. Le seconde invece sono a base di alghe marine ricche in sodio e calcio che velocizzano la guarigione.

Nei casi più gravi sarà il medico ed effettuare le medicazioni eliminando i tessuti morti e applicando ungenti e creme che stimolano la crescita. 

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre