Sopra:

Dermatite da pannolone: come prevenirla e curarla

person Pubblicato da: Valeria Iavarone list In: News

La dermatite da pannolone o eritema, indica un’irritazione della pelle che affligge l’area genitale-anale e quella circostante, causando un’alterazione dell’epidermide con comparsa di macchie, rossore e bruciore. Spesso se non utilizzati correttamente gli ausili assorbenti sono la causa di questa patologia, ma basta un po’ di accortezza e seguire alcune regole per ridurre il problema o farlo sparire del tutto.

 

Le cause della dermatite da pannolone

eritema%20da%20pannolone.jpgL’eritema causato dall’ausilio assorbente può essere imputato a diverse motivazioni. Nell’area interessata infatti la pelle è particolarmente sensibile e più sottile di altri parti del corpo. I motivi principali della dermatite da pannolone possono essere:

- Sfregamento: sia nel soggetto allettato che mobile il pannolone durante i movimenti andrà a sfregare contro la pelle, in particolar modo se non è indossato correttamente;

- Umidità: l’ausilio assorbente crea inevitabilmente un ambiente umido, anche se si usa un pannolone molto assorbente. L’incremento dell’umidità crea un’ambiente in cui la pelle inizierà a macerare;

- Contatto prolungato con feci e urina: l’estrema vicinanza della pelle con feci ed urina causa un’irritazione molto forte, poiché sono presenti sostanze di scarto acide o molto aggressive rispetto al pH della pelle;

- Allergia: alcuni soggetti possono essere allergici ai materiali che compongono il pannolone. L’allergia può essere dovuta anche all’uso di lozioni o creme. 

I sintomi della dermatite da pannolone 

Come accorgersi se si è affetti da dermatite da pannolone? Esistono sintomi che subito permettono di capire che si soffre di eritema. I più comuni sono sicuramente la comparsa di macchie rosa o macchie sulla pelle, prurito, secchezza della cute e bruciore. Nei casi più gravi si può manifestare anche dolore quando si è seduti o s’indossano indumenti intimi. Se trascurata la dermatite può anche generare un’infezione con conseguente febbre e la comparsa di vesciche con pus.

Come curare la dermatite da pannolone? 

L’irritazione da pannolone dei soggetti allettati o con ridotta mobilità può essere curata applicando delle norme igieniche basilari. La prima è sicuramente quella di cambiare il pannolone più spesso e ad ogni cambio lavare il soggetto con acqua e sapone indicato. La pelle dopo il lavaggio va asciugata tamponando e non sfregando, poiché potrebbe peggiorare lo stato di arrossamento e irritazione. Per i soggetti allettati gli operatori o chi si prende cura del soggetto allettato si può utilizzare un ausilio per il sollevamento delle gambe come Goap, in questo modo sarà più semplice, veloce e sicuro cambiare il pannolone ed effettuare la detersione della zona interessata. 

Non bisogna esagerare con i lavaggi, poiché l’azione potrebbe contribuire ad un peggioramento. Il sapone utilizzato deve essere neutro o quello indicato dal dermatologo. Si possono utilizzare anche salviettine umidificate purché senza alcool. 

Quando si effettua il cambio pannolone è importante lavare accuratamente tutta la zona genitale, ma anche inguine. Utilizzando il sollevatore Goap l’operatore potrà anche allargare le gambe del paziente con il minimo sforzo. Il sollevatore è indicato sia per gli operatori di ospedali e case di riposo sia per le cure a casa. 

Si consiglia dopo il lavaggio e prima del nuovo ausilio assorbente cospargere la zona con un velo di crema all’ossido di zinco, che incentiva il formarsi di un nuovo strato di pelle. 

Per i casi più gravi bisogna rivolgersi al medico, il quale potrà prescrivere eventuali creme specifiche, in particolare nel caso in cui la dermatite sia sfociata in infezione da funghi o batteri.

In generale la dermatite da pannolone negli anziani e soggetti allettati si risolverà in tre o quattro giorni a secondo della gravità.

Prevenire la comparsa della dermatite da pannolone

Per prevenire la dermatite da pannolone è sempre buona norma utilizzare ausili ipoallergenici e preferire quelli realizzati con poliacrilato di sodio. I modelli con piccoli fori definiti micropori aumentano il flusso d’aria e quindi diminuiscono l’umidità. Qualora si volesse utilizzare dell’intimo sul pannolone per evitare che si sposti durante i movimenti in commercio sono disponibili degli slip in cotone traspirante appositi per questo utilizzo. 

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre