Sopra:

Super green pass: non serve per gli accompagnatori di disabili

person Pubblicato da: Valeria Iavarone list In: News

Con l’entrata in vigore del Super green Pass dello scorso 6 dicembre, e le nuove misure per il contenimento del Covid19 emanate 23 dicembre, chiunque voglia usufruire dei mezzi di trasporto pubblici, ristoranti, bar, università, alberghi, sagre, fiere, centri congressi, piscine, centri benessere, centri culturali, palestre e piscine dovrà necessariamente possedere questa certificazione che viene definita rafforzata. Anche i soggetti disabili dovranno avere la certificazione? E chi li accompagna? Scopriamolo insieme

 

Cos’è il super green pass? Come si ottiene?

Il super green pass, chiamato anche green pass rafforzato, è una certificazione entrata in vigore il 6 dicembre e cambia le regole d’uso del green pass che conoscevamo sino ad ora. Questa certificazione rafforzata si ottiene o in seguito al vaccino oppure se guariti dal Covid. Si differenzia dal modello classico perché non può essere rilasciato in seguito a tampone rapido o molecolare effettuato nelle 24/48 ore precedenti l’esibizione del certificato. Sarà valido a partire dal 12esimo giorno dopo la prima dose di vaccinazione oppure a partire dal 15esimo giorno dopo la seconda dose. In alternativa è valido a partire dal 14esimo giorno in seguito alla guarigione dal Covid. 

Solo con il green pass rafforzato sarà possibile accedere ad alcune attività, sia pubbliche che private, oltre ai mezzi di trasporto, compresi quelli locali. Quindi per utilizzare treni, aerei, navi, autobus, metropolitana, tram e treni regionali sarà obbligatorio possedere e mostrare il qr code.  Anche per gli hotel e tutte le strutture ricettive, così come centri congressi, fiere e sagre sarà obbligatorio. È necessario inoltre avere la certificazione per le palestre, le piscine e i centri benessere, anche se disponibili posti all’aperto. I soggetti disabili, purché non esentati per giusta causa dal proprio medico curante, dovranno possedere il super green pass e presentarlo al momento della richiesta.

Modifiche all’articolo 4 decreto legge 26 novembre 2021, n. 172

Con il decreto legge del 26 novembre 2021, viene modificato l’articolo 9bis comma 1 del vecchio decreto del 22 aprile 2021, che indica come muoversi con la certificazione verde circa l’accesso presso servizi e attività quando la regione è in zona bianca. 

Vi è indicato che per l’accesso di piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, di cui all’articolo 6, limitatamente alle attività al chiuso, compresi gli spazi adibiti a spogliatori e docce, fatta però esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione all’età o di disabilità, bisognerà possedere il super green pass.

In pratica gli accompagnatori di persone disabili che frequentano i centri sopra indicati non sono obbligati ad avere il super green pass per accedere alle aree, purché siano sempre rispettate tutte le norme di protezioni quali uso di mascherina ffp2, distanziamento, monitoraggio della febbre. 

Anche i soggetti fragili che sotto consiglio medico sono esentati dalla vaccinazione, possono frequentare tutte le attività senza doversi vaccinare, esibire il super green pass o il green pass base.

 

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre