Sopra:

Rischio di disidratazione negli anziani: non sentono la sete!

person Pubblicato da: Valeria Iavarone list In: News

Giunta la stagione calda, tra le prime indicazione da parte di medici e personale sanitario, vi è quella di bere molto e prestare attenzione all’idratazione del corpo, in particolare per bambini ed anziani. Le persone anziani infatti tendono a sentire meno l’esigenza di bere, arrivando al punto di disidratarsi senza accorgersene, con conseguenze anche importanti. Infatti durante le ondate di calore forte, il cervello non più in grado di controllare e coordinare i segnali sensoriali, non avvisare il corpo di bere. 

Cosa ci dice la scienza? 

Secondo il professore Gary Egan dell’Università di Melbourne, in estate il tasso di anziani deceduti a causa della disidratazione è molto alto. Ad esempio nell’ondata anomala di caldo in Francia nel 2003 vitte del caldo sono state 14mila persone, principalmente anziani, morti proprio a causa della mancata di acqua nel corpo.

Lo studio in Australia è stato effettuato prendendo in considerazione un gruppo di 10 uomini con un’età media di 23 anni, ed un altro gruppo di 12 anziani con un’età media di 68 anni in buona salute. È stata somministrata a tutti una soluzione salina per indurre il senso di sete dopodiché hanno dato il via libera a bere. Il gruppo di uomini giovani ha bevuto più acqua per dissetarsi, mentre gli anziani meno, poiché in età senile basta poca acqua per calmare il senso di sete a livello celebrale, anche se il corpo non è del tutto dissetato.

Il professore Egan ha quindi dedotto che la carenza di sete è il risultato di segnali deboli, causati dall’invecchiamento dei muscoli dello stomaco. L’ideale sarebbe di far bere gli anziani seguendo un programma giornaliero, così da non indurre in eccesso d’acqua, che provocherebbe un gonfiore celebrare con tutti i rischi associati.

Come si manifesta la disidratazione negli anziani?

I sintomi della disidratazione in un soggetto senile solitamente compaiono in maniera lieve per poi aumentare gradualmente. Si comincia al mattino con bocca secca e labbra arricciate, seguono crampi agli arti, stanchezza, sonnolenza e spossatezza. Peggiora provocando cali di pressione, mal di testa, vertigini e stato confusionale. Con l’innalzarsi della temperatura corporea il battito cardiaco accelera, la pressione si abbassa sempre di più e lo stato di coscienza si altera, causando nei casi gravi anche svenimenti. Se la disidratazione non viene limitata in tempo, il corpo attacca i reni provocando insufficienza renale ed in seguito insufficienza multiorgano, seguita da morte.

Negli anziani che utilizzano il catetere è semplice monitorare lo stato di idratazione, poiché guardando l’urina prodotta si può valutare sia il colore che la quantità, indice diretto di corretta assunzione d’acqua. Per i soggetti autonomi, si può fare affidamento solo sui sintomi sopra citati. 

 

La giusta quantità di acqua 

La quantità di acqua da assumere giornalmente in un soggetto anziano non affetto da patologie particolari è di circa 20/25 ml per ogni kg di peso corporeo. Si consiglia di non scendere mai sotto al litro d’acqua, per questo una media corretta potrebbe essere di un litro e mezzo al dì. Ovviamente non è una quantità che vale per tutti, bisogna considerare anche altri fattori come le malattie. Basti pensare ai soggetti diabetici che dovrebbero assumere più acqua rispetto ad un soggetto sano, oppure se si soffre d’insufficienza renale o scompenso cardiaco. In tal caso sarà il medico a fornire un’indicazione.

Quando parliamo di liquidi d’assumere per idratare correttamente un anziano non si fa riferimento solo all’acqua in senso stretto, ma va bene qualsiasi liquido, purché compatibile con lo stato di salute. Per i soggetti che non tollerano particolarmente l’acqua, si può fare supporto su thè, tisane, succhi di frutta senza zuccheri aggiunti, brodo vegetale, gelatine, frullati, gelato, oltre ad introdurre acqua con porzioni di frutta e verdure giornaliere. 

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre