Sopra:

Reddito di cittadinanza per disabili: tutte le info utili

person Pubblicato da: Valeria Iavarone list In: News

Con la nuova legge di bilancio 2019 è stato introdotto un nuovo modo per aiutare chi è in difficoltà economiche e cerco un modo per risollevarsi: il Reddito di Cittadinanza (RdC). Gli obiettivi del Reddito di Cittadinanza sono innanzitutto di contrastare la disoccupazione e la povertà, garantendo al cittadino un’occupazione e abbattere le diseguaglianze. È rivolto quindi a tutti gli inoccupati, disoccupati o lavoratori che hanno un reddito molto basso o che rientrano nei requisiti stabiliti. Rientrano nel decreto anche i disabili. Vediamo insieme come richiedere il Reddito di Cittadinanza per disabili 2019, quali sono le agevolazioni e a quali soggetti con disabilità è riservato.

Reddito di cittadinanza per disabili: cos’è?

Il reddito di cittadinanza disabili è uno strumento pensato per i soggetti disabili e le famiglie con almeno un disabile. Approvato dal Consiglio dei Ministri il 17 gennaio 2019 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 marzo 2019, questa misura unica contro la povertà e l’inoccupazione o disoccupazione è stato modificato nel tempo per proporre un’offerta per i disabili più completa. Inizialmente prevedeva solo cinque agevolazioni quali:

1-      Un patrimonio mobiliare maggiore per le famiglie con disabili o per i singoli soggetti disabili;

2-      Acquisto di auto e moto con agevolazione fiscale 104;

3-      Una distanza di residenza non maggiore ai 250 km dalla sede lavorativa per le famiglie con disabile;

4-      Esclusione per i disabili che non possono accedere al mondo del lavoro l’obbligo di sottoscrivere il Patto per il Lavoro e il Patto per l’Inclusione Sociale;

5-      Esclusione delle persone che assistono un disabile di sottoscrivere il Patto per il Lavoro e il Patto per l’Inclusione Sociale.

Grazie al lavoro della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, ci sono state delle rettifiche che hanno ampliato l’offerta del Reddito di Cittadinanza per le persone disabili e i familiari che ne se prendono cura.

Reddito di Cittadinanza: cambiamenti dopo la prima bozza

Due in particolari sono stati gli emendamenti approvati che vedono un miglioramento del RdC e PdC (pensione di cittadinanza) per i disabili e le famiglie con disabili.

La prima fa riferimento alla riduzione dei limiti patrimoniali per i nuclei familiari sia in riferimento al RdC che alla PdC. Vi è stato un:

-          Aumento di 50€ per il RdC disabili, grazie alla revisione della scala di equivalenza dei redditi del nucleo familiare così da poter arrivare ad un valore massimo di 2,2 (normalmente valore massimo di 2,1), passando sai 1330 a 1380;

-          Possibilità di ottenere la Pensione di Cittadinanza per le famiglie con componenti sotto i 67 anni che convivono con un soggetto affetto da gravi patologie o non autosufficienti.

Il secondo cambiamento apporta un limite geografico nell’offerta lavorativa che viene proposta al lavoratore che richiedere il RdC e convive con disabili o minori. Si parla di entro i 100 km o i 100 minuti con i mezzi di trasporto pubblici.

Requisiti per richiedere il reddito di Cittadinanza disabili

Anche i disabili per richiedere il RdC devono disporre dei requisiti necessari affinché sia possibile presentare domanda e avere diritto al supporto. I requisiti sono:

-          Essere cittadini italiani, europei oppure risiedere in Italia almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in via continuativa;

-          Avere un ISEE 2019 inferiore ai 9360€ annui;

-          Avere un patrimonio immobiliare inferiore ai 30.000€ escludendo la prima casa;

-          Avere un patrimonio mobiliare che non superi i 6000€ aumentato a 2000 euro per ogni componente familiare dopo il primo, per un massimo di 10mila euro, aumentato di 1000 euro per ogni figlie ed incrementato di 5mila euro per ogni soggetto familiare con disabilità, per un massimale di 20mila euro;

-          Nessun componente familiare deve possedere o essere intestatario di auto o moto veicoli, fatta esclusione di quelli acquistati usufruendo delle agevolazioni fiscali imposti dalla legge 104, purché l’auto non sia stata immatricolata per la prima volta nei sei mesi precedenti la domanda, non superi di 1600 cv o i 250 cc per i motorini.

Come e dove richiedere il Reddito di Cittadinanza disabili

Le famiglie con a carico un disabile o il soggetto disabili come unico beneficiario per ottenere il RdC possono presente la domanda a partire dal 6 marzo 2019.  Tre sono le modalità con cui è possibile fare la richiesta:

1-      Online direttamente sul sito ufficiale del RdC, previa autenticazione dell’Identità Digitale;

2-      Alle Poste Italiane;

3-      Presso i Caf che aderiscono.

Oltre alla domanda cartacea o digitale bisogna compilare il modulo SR180, ed essere in possesso dell’ISEE 2019 già presentato, il documento d’identità, il permesso di soggiorno per gli extra comunitari e i documenti che attestino la disabilità.

Ritirare e utilizzare la carta RdC

Una volta presentata la domanda per il Reddito di Cittadinanza disabili sarà l’INPS a verificare se si è in possesso o meno dei requisiti per ottenere questo aiuto fiscale. Se la domanda avrà esito positivo ti sarà comunicato tramite le Poste Italiane.  Ti verrà data la Carta RdC, in parole povere una comunissima carta bancomat con la quale potrai pagare le bollette, i beni di prima necessità nei negozi aderenti e così via. Tutto l’importo caricato il 5 del mese deve essere speso nel mese corrente, quindi non è possibile conservare alcuna cifra, ma bisogna spendere tutto l’importo, altrimenti andrà perso. Non è possibile prelevare i soldi contanti, fatta eccezione per le famiglie molto numerose, per un massimo di 210€ mensili.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre