Sopra:

Spese mediche disabili: quali sono detraibili?

person Pubblicato da: Valeria Iavarone list In: News

Le spese di un soggetto disabile o di chi assiste un disabile sono sicuramente maggiori rispetto ad una persona che potremmo definire “comune”. Tra medicinali, spese mediche e di assistenza, dispositivi utili per la deambulazione e polizze assicurative, ogni mese la pensione non è assolutamente sufficiente per condurre una vita adeguata. Fortunatamente grazie alla legislazione che tutela i disabili, è possibile detrarre dal modello 730 una serie di spese utili a poter vivere una vita dignitosa. Analizziamo insieme quali sono le possibili spese da poter detrarre/dedurre e quali no!

 

Requisiti per risparmiare sulle spese mediche disabili 

Ovviamente non tutti i cittadini italiani possono detrarre le spese mediche. Per beneficiare di questo privilegio il soggetto richiedente deve essere in possesso di certificazione 104, ovvero una commissione deve aver riconosciuto che la persona sia invalida ai sensi dell’articolo 4 della legge 104/92. L’Agenzia delle Entrate ha inoltre specificato che per detrarre le spese mediche è sufficiente presentare la certificazione rilasciata che accerti la grave e permanente invalidità o menomazione, senza l’implicazione della condizione di handicap grave, come indicato nell’articolo 3, comma 3 della legge. 

Differenza tra detrazione e deduzione per le spese mediche disabili

C’è una bella differenza tra le spese mediche per disabili che si possono detrarre e quelle che si possono dedurre dal modello 730. 

Le spese sanitarie deducibili sono quelle che possono essere sottratte al reddito prima di calcolare l’imposta da pagare.

Le spese sanitarie detraibili invece possono essere detratte direttamente dall’Irpef, ovvero vanno sottratte direttamente dall’importo da pagare così da ottenere uno sconto e abbassare il pezzo. Possono essere sostenute sia dal disabile direttamente che dal familiare che lo accudisce non fiscalmente a carico. 

Quali sono le spese mediche deducibili per i soggetti disabili?

Ecco l’elenco di tutte le spese mediche sanitarie deducibili dal modello 730 per la dichiarazione dei redditi:

  • Spese sanitarie: tutti i costi sostenuti per l’acquisto di farmaci e prestazioni mediche generiche; 
  • Spese di assistenza specifica: rientrano in questa categoria i costi che il dichiarante o il familiare disabile ha per l’assunzione di personale infermieristico per l’attuazione di terapia o riabilitazione, educatore professionale, personale per la terapia occupazionale o per l’animazione. Tali spese vanno detratte al 100% dal reddito. Solo dopo si procede al calcolo delle tasse. Ovviamente tale situazione non è valida in caso di ricovero presso una struttura sanitaria;
  • Spese contributi personali: ovvero i contributi che si pagano per l’assunzione del personale. La somma massima deducibile è di 1549,37€,

Quali sono le spese mediche detraibili per i soggetti disabili?

Fanno parte della lista delle spese sostenute dal disabile o dal familiare disabile detraibili, quindi detratte direttamente dall’Irpef con uno sconto immediato i seguenti prodotti o servizi:

  • Poltrone speciali: rientrano in questa categoria le poltrone speciali per gli inabili e i minorati che non camminano;
  •  Arti artificiali: protesi per la deambulazione;
  •  Rampe abbattimento barriere architettoniche: in caso è bene specificare che il dichiarante deve scegliere se detrarre le spese oppure fare affidamento sui fondi che rimborsano il 50% dei costi sostenuti per l’abbattimento delle barriere architettoniche e il rifacimento degli stabili. Rientrano in questa categoria di spese detraibili i costi di modificazione dell’ascensore o per il montaggio del montacarichi;
  • Sussidi tecnici ed informatici: in questa categoria troviamo tutti gli apparecchi tecnologici che servono per facilitare la comunicazione, l’apprendimento e il movimento. Per richiedere la detrazione ovviamente è fondamentale che il dispositivo sia essenziale per il paziente e venga venduto con certificazione che attesti la necessità di utilizzo;
  • Cani guida: è una spesa detraibile una volta ogni quattro anni ed è riservata ai non vedenti. L’importo massimo della spesa è di 18 mila euro circa.

Spese mediche deducibili per i familiari

Affinché sia possibile recuperare parte dei soldi spesi per l’acquisto dei medicinali, è fondamentale che le spese siano certificate da fattura o da scontrino parlante. Questo deve indicare il nome del prodotto, la quantità, il codice alfa numerico del farmaco e il codice fiscale del destinatario. Tali pese sono deducibili anche se vengono effettuate da:

  • Coniuge;
  • Figli;
  • Genitori;
  • Generi o nuore;
  • Suoceri o scuocere;
  • Fratelli o sorelle;
  • Nonni e nonne.

In tal caso non è obbligatorio che il familiare sia a fiscalmente a carico del soggetto che acquista il farmaco. 

Auto disabili: una spesa detraibile

Non poteva mancare nella lista delle spese detraibili l’acquisto di un veicolo adibito al trasporto del soggetto certificato con legge 104. La detrazione è del 19% e vale solo per l’acquisto di un veicolo nuovo. La spesa può essere effettuata una volta ogni quattro anni per un massimo di 18075,99€. Ne conviene che per beneficiare dello sconto il veicolo deve essere utilizzato in esclusiva o in gran parte dal soggetto disabile. Questa agevolazione è valida anche per le spese di riparazione del veicolo. Non rientrano gli interventi di riparazione ordinaria e il costo per la polizza assicurativa. 

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre