Sopra:

Anziani e Natale: la compagnia è il dono migliore!

person Pubblicato da: Valeria Iavarone list In: News

Con l’arrivo delle feste e del Natale gli anziani sono i primi a risentire della solitudine. La scomparsa delle persone care, la lontananza della famiglia o l’assenza dei familiari per cause di forza maggiore contribuiscono a creare una diminuzione dell’autostima delle persone anziane. Secondo degli studi recenti, proprio durante le feste aumentano i casi di depressione senile, con tutte le conseguenze che questa malattia psicologica porta con sé. Purtroppo, anche se sarebbe corretto nei confronti dei genitori o parenti che si sono presi cura di chi è ormai lontano, non tutti scelgono di trascorrere le festività con l’anziano, optando per vacanze lontane dai propri cari. Quindi, se sei in cerca di un regalo per un genitore in età senile, un parente o un amicò anziano, scegli la compagnia come dono, non c’è niente che potrebbe renderlo più felice! 


Depressione negli anziani: cause e cura

In età senile la mancanza o la scarsa vita sociale giocano un ruolo decisivo nell’insorgenza della depressione. Definita anche depressione senile, è un fenomeno sempre in aumento. La perdita dell’autostima, la riduzione degli interessi, la morte improvvisa del convivente o il sentirsi inutili sono alcuni dei fattori che incidono sullo sviluppo della solitudine, una delle cause principali della depressione. 

Negli over 65 vi è una crescita esponenziale dei casi di depressione senile, che degenera talvolta in una situazione complicata che necessita dell’aiuto da parte di un professionista. In tal caso è fondamentale che il familiare o l’amico che si accorge della problematica si rivolga presso uno psicologo o un centro specializzato per il supporto sociale così da limitare i sintomi e aiutare l’anziano. I sintomi tipici della depressione senile sono:

  • Mancanza d’interesse;
  • Poca cura per sé stessi;
  • Riduzione dell’appetito;
  • Disinteresse nell’uscire di casa e socializzare;
  • Perdita d’energia;
  • Troppo o poco sonno;
  • Disturbi gastrici.

Come rendere speciale il Natale per gli anziani?

Chi purtroppo si dimentica dell’anziano solo a casa e decide di non trascorrere le festività con loro, non solo manca di rispetto a chi si è sacrificato nel passato, ma manifesta anche un disinteresse nei confronti di un essere umano. Fortunatamente ci sono delle soluzioni alternative per evitare che l’anziano o gli anziani trascorrano da soli il Natale.

Grazie alle tantissime associazioni Onlus in giro per l’Italia, è possibile passare le festività presso un centro che nelle giornate del 24, 25, 26 e 31 dicembre organizza pranzo o cene a tema, trascorrendo la festività in compagnia di volontari e altri ospiti che hanno scelto di non restare a casa da soli.

Anche ognuno di noi può fare qualcosa per gli anziani. Qualora ti accorgessi che il tuo vicino di casa, il dirimpettaio o un condomino trascorrere le festività Natalizie da solo puoi invitarlo al proprio pranzo o cena di famiglia, così da donare un momento di gioia, serenità e amore condiviso, rendendo speciale un momento particolare dell’anno.

È possibile donare un po’ di compagnia anche agli anziani allettati, impossibilitati a muoversi. Spesso anche la parrocchia del vicinato organizza eventi per donare un piccolo regalo alle persone sole o una raccolta fondi per poter durante le festività portare loro un pasto caldo e fare quattro chiacchiere.

 

Anziani e pasti durante le festività

Trascorrere le festività con la propria famiglia, in particolare se è presente un anziano, è importantissimo pensare alle esigenze alimentari di tutti i commensali. Il pranzo di Natale è da sempre binomio di lungo menu, ricche portate e cibi pesanti, inadeguati a chi di solito è abituato a consumare cibi leggeri per non appesantire e facilitare la digestione.  Si può proporre in tal caso un menu più delicato adatto alle persone anziane, meno ricco di grassi e condimenti senza però allontanarsi troppo dalla tradizione. Ad esempio si potrebbe sostituire lo zampone o il cotechino con della carne lessa. Inoltre è sempre meglio chiedere all’anziano cosa preferisce, così da non ignorare la sua volontà e farlo sentire una persona importante. 

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre